Maastricht, aggiornato

Dall’ultimo aggiornamento sul grafico dei criteri di convergenza Maastricht è successo che ancora una volta la Grecia si è fatta beccare. Il disavanzo pubblico è più di 15% nel 2009, e ormai siamo a un quintuplo rispetto ai 3% inizialmente dichiarati alla fine dell’anno scorso.

Grandi fabulatori.

Comunque ora che lo guardo con i colori aggiornati ho notato un’altra cosa: che chi se la cava meglio in Europa, così a occhio, è chi usa ancora la vecchia valuta. Eccezione solo la Gran Bretagna.

Tags: ,

3 responses to “Maastricht, aggiornato”

  1. Lorenzo says :

    Non credo che sia una lettura corretta quella della “vecchia valuta”.

    Diciamo che i paesi di dimensioni non enormi e che storicamente e come mentalita’ sono “risparmiatori” e dotati di buon senso e organizzazione si sono tenuti fuori dall’Euro perche’ non volevano avere una politica monetaria che potesse essere messa a rischio dagli scialacquatori del sud (beh….anche gli UK rientrano in codesta categoria pur non essendo a sud…ma come potevano resistere a un boom economico fittizio che gli faceva pensare di essere ancora l’Inghilterra dell’Impero :D ).

    I paesi immuni dai casini immani son sempre gli stessi:

    Scandinavi + le due banche d’europa.

    Non e’ un caso e credo centri poco con la moneta (la Finlandia ha l’Euro no?)

    Mi piace

    • Anonimo says :

      O forse i paesi piu’ dipendenti dal petrolio (tipicamente quelli con debiti piu’ alti) hanno scelto di passare all’euro (cn qualche ecc.) _anche_ perche’ speravano di comprare il petrolio e un costo piu’ basso, se muniti di valuta “mondiale”. Cfr PIIGS e Petrolio.

      ma non lo so. mi sembra troppo complottistico.

      saluti da
      oronero in vacanza a buenos aires

      Mi piace

      • Lorenzo says :

        Beh non e’ un complotto. La ragione dell’Euro credo fosse anche quella di creare un’alternativa al (sopravvalutato ed esportatore di inflazione) dollaro.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 60 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: